Firenze: ex Caserma Vittorio Veneto in Costa San Giorgio

Vendita piena proprietà a soggetti privati

Ex Scuola di Sanità Militare – Caserma Vittorio Veneto

Struttura architettonica risalente all’anno 1000, nata dalla fusione di due antichi conventi del 1300 e del 1500  e fino al 1998 sede della Scuola di sanità militare. E’ costituita da un sistema articolato di spazi chiusi e aperti dove si alternano edifici, chiostri, terrazzamenti e cortili. L’immobile necessita di interventi di ristrutturazione e restauro.

Soggetto proprietario

Cdp (Fondo Investimenti per la Valorizzazione – Comparto Extra)

Soggetto che ha acquisito la proprietà o l’uso

L’acquisto è stato effettuato dalla famiglia Lowenstein, proprietaria anche della Tenuta Medicea di Cafaggiolo, in Mugello, e titolare dell’impresa Lionstone, specializzata nel settore immobiliare dell’ospitalità e residenziale.

Procedura di acquisizione della proprietà/uso dell’immobile

Vendita intera proprietà

Localizzazione

Centro di Firenze, sulla riva sinistra dell’Arno a circa 250 metri da Ponte Vecchio

Costi sostenuti per la vendita

Acquisto della piena proprietà per 19 milioni di euro.

Destinazione d’uso prevalente

La destinazione d’uso prevalente è quella residenziale affiancata da attività terziarie per lo più legate al turismo.

Progetto di riqualificazione

Il progetto di riqualificazione (realizzazione di un albergo con più 100 camere, distribuito su tre ettari, di cui una superficie coperta di 9 mila metri quadrati e scoperta di 21 mila mq) prevede un investimento di 160 milioni di euro e l’occupazione di circa 250 persone, durante il cantiere ipotizzato in 30 mesi di lavori, e di 300 persone a regime). Risultano fondamentali i tempi del Comune per la variante urbanistica, in modo da rendere possibile l’inizio e la fine o dei lavori in 30 mesi, come preventivato dai proprietari che vorrebbero aprire la struttura nel 2020.

Nuove destinazioni

Per la complessità e la collocazione dell’immobile, il regolamento urbanistico ha previsto l’attivazione di un concorso preliminare alla definizione delle nuove destinazioni d’uso.

 

Ultima modifica: 21 novembre 2017